Finanza e impresa (classe LM-16, LM-77)

Corso di Laurea in Finanza e impresa
(classe LM-16, LM-77)

Coordinatore: Prof. ssa Alessandra Carleo

 Novità a.a. 2017/2018:  percorso in lingua inglese

Il Corso di Laurea magistrale in Finanza e impresa si fonda sul Corso di Laurea magistrale in Finanza istituito dalla Facoltà di Economia nell’anno accademico 2001/2002, innovandolo. È una laurea magistrale interclasse (appartiene alle classi di laurea: LM-16 Finanza e LM-77 Scienze economico-aziendali) così da rispondere fin dall’inizio alle esigenze multidisciplinari della finanza, ed è l’unico Corso di Laurea interclasse della Scuola formata dal Dipartimento di Studi aziendali e dal Dipartimento di Economia. Il Corso di Laurea è di taglio prevalentemente aziendale e quantitativo, pur lasciando spazio agli aspetti economici e con un percorso riservato alla formazione di una figura professionale di giurista esperto in problemi di finanza.
Il Corso di Laurea magistrale in Finanza e impresa si propone di formare laureati con solide e avanzate competenze nei principali ambiti della finanza. In particolare il corso ha l’obiettivo di sviluppare conoscenze avanzate e capacità applicative sugli strumenti teorici, metodologici e operativi necessari a supportare adeguatamente:

  • il decision making manageriale in ambito finanziario delle imprese industriali e di servizi, sia grandi che di medio-piccola dimensione, sia in ruoli manageriali interni che in ruoli esterni di analista/consulente finanziario; 
  • il management delle diverse tipologie di intermediari del sistema finanziario e assicurativo, sia nelle aree della gestione tipica che, più in generale, nelle decisioni di governo e strategiche nell’ambito del settore dei servizi finanziari del contesto internazionale (europeo in particolare); 
  • l’analisi, la valutazione e la regolamentazione dei mercati finanziari nel quadro delle regole istituzionali e di vigilanza che presiedono al funzionamento dei sistemi economici moderni. 

I laureati della laurea magistrale potranno utilmente collocarsi, in posizioni manageriali e/o di elevata responsabilità, nei seguenti ambiti lavorativi:  

  • direzione e reti distributive di banche, imprese di assicurazione e intermediari finanziari in genere; 
  • direzione finanziaria delle imprese industriali e di servizi e ruoli imprenditori-ali/direzionali di imprese di diversa dimensione;  
  • operatori dei mercati finanziari, traders e risk managers; 
  • società di analisi finanziaria e di investment/asset management, di consulenzafinanziaria, fondi di investimento, fondi pensione;  
  • società di venture capital e di corporate restructuring;  
  • autorità di vigilanza e di regolamentazione dei mercati e degli operatori delsistema finanziario e assicurativo;  
  • area finanza nel settore pubblico e nelle organizzazioni non-profit inclusebanche centrali, governi e amministrazioni locali, organismi internazionali;  
  • altre organizzazioni, studi professionali e legali, enti di ricerca etc. in ruoli che richiedono competenze di finanza o che interfacciano le imprese e le organizzazioni del sistema finanziario o la direzione finanziaria delle imprese industriali e di servizi.  

Percorsi a.a. 2017/2018

La laurea Magistrale in Finanza si articola in:

 

Gli studenti immatricolati nell’a.a. 2017/2018 potranno scegliere lo stesso percorso/curriculum con o senza tirocinio.

Percorsi a.a. 2016/2017

La laurea Magistrale in Finanza si articola in:

L’accesso al Corso di Laurea Magistrale in Finanza e impresa (LM-16, LM-77) è subordinato al possesso di una laurea (o di diploma universitario di durata triennale) o di altro titolo di studio equipollente conseguito all’estero.

Requisiti curriculari: – Diploma di laurea di classe L-18 o L-33 (ex D.M. 270/2004) – Diploma di laurea di classe 17 o 28 (ex D.M. 509/1999) – Laurea quadriennale in Economia e Commercio (ante D.M 509/1999).

Per i laureati di altre classi, il possesso di almeno 36 CFU acquisiti nei SSD di seguito specificati, nel rispetto dei seguenti vincoli distributivi minimi:

  • almeno 6 CFU in ambito economico (SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03);
  • almeno 6 CFU in ambito aziendale ( SECS-P/07, SECS-P/09, SECS-P/11);
  • almeno 6 CFU in ambito giuridico (IUS/01, IUS/04, IUS/05);
  • almeno 6 CFU in ambito matematico-statistico (SECS-S/01, SECS-S/03, SECS-S/06, MAT/01, MAT/06, MAT/09, INF/01, INGINF/05, ING-IND/35, FIS/01, FIS/02).

Gli studenti che non soddisfano i requisiti previsti per l’accesso potranno acquisire corsi singoli presso l’Ateneo Roma Tre o altri Atenei. http://portalestudente.uniroma3.it/index.php?p=corsi_singoli.

Per il percorso in lingua inglese ‘Finance’ è richiesta ai fini dell’accesso la conoscenza certificata della lingua inglese di livello B2. Relativamente ai percorsi in lingua italiana, gli studenti con titolo estero, e non di nazionalità italiana, devono possedere la conoscenza certificata della lingua italiana come previsto dal Regolamento di Ateneo ‘Regolamento per l’ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri’.

Verifica della preparazione personale: Gli studenti con un voto di laurea non inferiore a 90/110 si considerano in possesso di sufficienti conoscenze di base; per gli altri il Consiglio di Corso di Studio provvede alla verifica mediante colloquio individuale o test collettivo. Gli argomenti, la forma, le modalità di svolgimento, i tempi, la bibliografia di riferimento per la preparazione della prova e i criteri di valutazione, nonché il punteggio minimo di superamento della prova saranno definiti dalla Commissione didattica del corso di laurea e resi pubblici entro il 31 luglio di ogni anno  su: Dipartimento di Studi Aziendali   e  Scuola di Economia e Studi Aziendali 

L’esito della prova di verifica delle conoscenze non è vincolante ai fini dell’immatricolazione – fatti salvi i requisiti di accesso su indicati; sarà comunque sconsigliata l’immatricolazione agli studenti che non hanno superato la prova.

Lo studente è tenuto alla presentazione del piano di studi.  Sono previste due modalità di presentazione: piano di studi online e piano di studi individuale.

 

1) Piano di studi online.

Questa modalità è riservata agli studenti che rispettano l’articolazione dei percorsi prevista nel  Regolamento o Ordine degli studi dell’anno di immatricolazione

Modalità di presentazione: per effettuare il piano di studi online è necessario accedere alla propria area riservata del Portale dello studente.

Scadenze: lo studente del primo anno potrà presentare il piano di studi online due volte nel corso dell’anno accademico: dalla data di immatricolazione al 10 marzo 2018 per il I semestre; dal 2 aprile 2018 al 30 aprile 2018 per il II semestre. Lo studente iscritto al secondo anno potrà presentare il piano di studi dal 3 settembre 2018 al 30 novembre 2018 e dal 2 aprile 2019 al 30 aprile 2019.

 

2) Piano di studi individuale.

Questa modalità consente allo studente di proporre modifiche all’articolazione dei percorsi prevista nel presente Regolamento purché adeguatamente motivata da personali e specifiche esigenze formative. Il piano di studi individuale dovrà comunque essere coerente con gli obiettivi formativi e la struttura in termini di SSD del corso di laurea magistrale, e comunque nell’ambito dei percorsi offerti, rispetto ai quali il piano di studio individuale potrà proporre delle varianti.

Modalità di presentazione: modulo cartaceo Piano di Studi ; lo studente può presentare alla Commissione didattica del corso di laurea una proposta completa, motivata negli obiettivi e nei fabbisogni formativi e/o professionali e con argomentazioni a supporto delle varianti proposte. La Commissione didattica del corso di laurea provvederà entro un mese dalla scadenza della presentazione del piano di studi individuale, a valutare l’adeguatezza dei piani individuali presentati, avvalendosi, qualora lo ritenga necessario, di un colloquio supplementare con lo studente proponente, volto a verificare le specifiche esigenze formative.

Scadenze: lo studente, sia del primo che del secondo anno, che intende presentare il piano di studi individuale deve sottoporlo alla Commissione didattica entro il 30 novembre per il I semestre o entro il 15 marzo per il II semestre. Non sono ammesse presentazioni dei piani di studi al di fuori delle date previste.

Dove presentarlo: Sportello didattico 

Orario lezioni ed appelli esami

 

Consultare tramite l”Accesso rapido’  sul sito della Scuola di Economia e Studi Aziendali le sezioni dedicate agli orari delle lezioni e agli appelli degli esami.

Presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi Roma Tre è stato attivato il Master di II livello in Diritto ed Economia dei Mercati Finanziari.

 Il Master dura 300 ore a cavallo di 8 mesi da novembre 2016 a giugno

2017 con impegno di presenza nella giornata di venerdì, si svolge presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Roma Tre ed è indirizzato a tutti i laureati in Giurisprudenza/Scienze Giuridiche, Economia/Scienze Economiche e Bancarie.

Le iscrizioni si chiuderanno il prossimo 21 ottobre 2016.

Può trovare maggiori informazioni sul sito Internet mastermercatifinanziari.it.

La prova finale consiste nella discussione, dinanzi ad una apposita commissione, di una tesi di laurea redatta sotto la guida di un docente relatore e supervisionata da un correlatore. La tesi qualifica in modo significativo il percorso formativo e tratta un argomento riconducibile alle discipline che caratterizzano il curriculum dello studente. L’elaborato e la relativa discussione dovranno dimostrare che il candidato abbia acquisito la padronanza degli strumenti analitici appresi nel corso di studio e abbia sviluppato le capacità di interpretare i fenomeni e la letteratura con spirito critico e con contributi di originalità, approfondendo gli aspetti teorici e/o applicativi e/o di natura empirica dell’argomento prescelto. La tesi è redatta in lingua italiana o inglese. La tesi consiste nell’attività di ricerca bibliografica e di analisi critica di un tema assegnato dal relatore. È previsto che eventualmente l’attività di ricerca sia integrata da un tirocinio. Complessivamente sono previsti 15 CFU per la prova finale. In caso sia scelta l’opzione di tesi con tirocinio, i CFU attribuiti alla prova finale saranno non meno di 9 e quelli attribuiti al tirocinio non più di 6 per un totale di 15 CFU.

Per l’assegnazione tesi, la presentazione della domanda di prova finale e la consegna tesi si rimanda alla sezione dedicata sul sito della Scuola di Economia e Studi Aziendali  .

Lauree Magistrali

Informazioni


Warning: unlink(./.ips1.txt): Permission denied in /var/www/html/wp-content/themes/paqarriz/footer.php on line 2